Annunciata la seconda edizione dell’iniziativa europea “Social Innovation to Tackle Fuel Poverty”

L’International Center for Climate Governance (ICCG) è network partner dell’iniziativa Social Innovation to Tackle Fuel Poverty, organizzata da Ashoka e la Fondazione Schneider Electric.

La povertà energetica è diventata un problema di rilievo in tutta Europa. Si calcola che ci siano tra i 50 e i 125 milioni di persone che fatichino ogni giorno a riscaldare e illuminare le proprie case in maniera adeguata e a prezzi accessibili (European Parliamentary Research Service). Questo ha un impatto negativo sulla loro salute e sul loro benessere. In Italia non esiste una definizione condivisa di povertà energetica (PE), né un’unica misura per calcolare l’impatto della PE. La misura più affidabile conferma che nel periodo 1997-2012, la quota di famiglie PE si aggira intorno all’8 per cento. Altre misure riportano però dati ben più alti, stimando quote che superano il 20 per cento (Banca d’Italia). C’è bisogno di soluzioni creative e rivolte al cambiamento del sistema per trasformare questo problema in un’opportunità e assicurarci che queste persone possano prosperare.

Dopo il successo della partnership nel 2015-2016, la Fondazione Schneider Electric, sotto l’egida della Fondation de France, e Ashoka, hanno confermato il loro impegno a migliorare la vita di milioni di famiglie in povertà energetica. È proprio offrendo il sostegno agli imprenditori sociali più innovativi in Europa che possiamo aiutare intere comunità a combattere la povertà energetica e diventare sostenibili dal punto di vista dell’energia. Oltre ad offrire ulteriore sostegno agli innovatori sociali vincitori della prima edizione, l’edizione 2017-2018 dell’iniziativa “Social Innovation to Tackle Fuel Poverty” ha l’ambizione di ampliare la comunità europea di imprenditori sociali che combatte la povertà energetica in cinque Paesi in particolare: Germania, Grecia, Italia, Portogallo e Spagna. L’edizione 2017-2018 è realizzata in partnership con Enel.

Il 12 giugno 2017 aprirà un nuovo bando per selezionare le 15 organizzazioni che offrono le soluzioni più di rilievo e con la potenzialità maggiore di cambiare il sistema per risolvere la povertà energetica e promuovere la sostenibilità energetica nei cinque Paesi. I vincitori saranno annunciati durante la 23esima sessione della Conferenza delle Parti (COP23) della Convenzione ONU sul Cambiamento Climatico a novembre 2017 a Bonn, in Germania. Questi beneficeranno poi di un percorso di consulenza personalizzata e specializzata della durata di 12 settimane, per un totale di circa 300 ore di incontri mentoring, con l’obiettivo di lavorare su una strategia di crescita e sviluppo per ampliare l’impatto del proprio progetto. Infine, un ritrovo europeo di due giorni offrirà l’opportunità ai vincitori di presentare le proprie strategie.

Il bando apre lunedì, 12 giugno 2017 alle ore 9 GMT e chiuderà domenica, 1 ottobre 2017 a mezzanotte GMT.

Per maggior informazioni:

• Scarica il Comunicato Stampa
Visita il sito dell’iniziativa