25 maggio 2017 - 12:30

Piano d’azione dell’UE per l’economia circolare: i progressi ad oggi

  • Data: 25 maggio 2017 - 12:30
  • Luogo: FEEM, Venezia, Isola di San Giorgio Maggiore più informazioni
  • Organizzato da: FEEM-ICCG Policy Seminar
  • Informazioni:

    La partecipazione al seminario è su invito. Per informazioni: events@iccgov.org

  • Lingua di lavoro: Inglese
Descrizione:

Il pacchetto della Commissione Europea sull’economia circolare (2015) ha rappresentato un importante passo avanti nel sostenere la transizione verso un’economia più circolare nell’UE. Il pacchetto ha incluso proposte legislative sui rifiuti, con obiettivi di lungo termine per ridurre la presenza delle discariche sul territorio e aumentare il riciclo e il riutilizzo. E’ stato inoltre incluso un Piano d’Azione per sostenere l’economia circolare in ogni fase della catena del valore del prodotto: dalla produzione al consumo, alla riparazione e alla produzione, alla gestione dei rifiuti e dei materiali potenzialmente riutilizzabili.
All’inizio del 2017, la Commissione ha inoltre attuato i seguenti provvedimenti:
• ha istituito una piattaforma di sostegno con la Banca Europea per gli Investimenti (BEI), che riunisce investitori e innovatori, denominata Circular Economy Finance Support Platform;
• ha avviato una campagna di informazione rivolta agli Stati membri incentrata sulla conversione dei rifiuti in energia (Communication on the role of waste-to-energy);
• ha proposto un revisione migliorativa della legislazione in merito all’utilizzo di sostanze pericolose per apparecchiature elettriche ed elettroniche.
Il 10 marzo 2017 la Commissione, con il Comitato economico e sociale europeo, ha lanciato inoltre una Piattaforma Europea dedicata alle parti Interessate all’Economia Circolare.

Relatore:

Eric Ponthieu, Head of Unit, Section for Agriculture, Rural Development and the Environment – European Economic and Social Committee (EESC)

Introdotto da:

Enrica De Cian, ricercatrice senior presso la Fondazione Eni Enrico Mattei (FEEM) e la Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC)