La mappa degli impegni di Parigi: obiettivi di riduzione delle emissioni e piani di adattamento post-2020

paris_pledges

La base del regime climatico globale previsto dall’Accordo di Parigi per il post-2020 è costituita dai cosiddetti INDC. Acronimo di “Intended Nationally Determined Contributions”, si riferisce alle azioni che i governi intendono compiere, sia in termini di riduzione delle emissioni che di adattamento ai cambiamenti climatici, in base all’accordo stipulato nel dicembre 2015 alla COP21.

Dopo l’entrata in vigore dell’Accordo di Parigi, il 4 novembre 2016, i programmi riguardanti l’azione climatica a livello nazionale sono diventati “Nationally Determined Contributions” (NDCs) per quei Paesi che hanno ratificato l’Accordo: finora, sono più di 100. La lista aggiornata è disponibile su UN Treaty collection.

Come previsto a Parigi, gli NCDs potranno sempre essere rivisti, a patto che le loro ambizioni vengano rafforzate.

Esplora la mappa per scoprire gli obiettivi e i piani di ciascun Paese per ridurre le emissioni di gas serra e aumentare la resilienza ai cambiamenti climatici.

Maggiori dettagli sugli INDCs sono disponibili nella sezione dedicata del sito Climate Policy Observer.

L’archivio ufficiale degli INDCs è disponibile nel portale UNFCCC.

 

(Immagine: World map jigsaw puzzle. Photo credit: westpark/Flickr)

 

** Questo articolo è stato originariamente pubblicato, in lingua inglese, su Climate Policy Observer **