Energy Poverty

  • Data: 2 aprile 2013

La riduzione della povertà energetica nei Paesi in via di sviluppo è necessaria per promuoverne lo sviluppo economico e sociale. Ad oggi, 1,3 miliardi di persone nel mondo non hanno ancora accesso all’elettricità e 2,7 miliardi di persone utilizzano la biomassa tradizionale come fonte principale di energia. Tuttavia, estendere l’accesso all’energia può avere un impatto sull’ambiente. La serie di videolezioni ICCG sulla povertà energetica affronta la relazione bidirezionale tra l’accesso all’energia e la riduzione della povertà: partendo dalla definizione del problema, passando dall’analisi dei tradizionali approcci di studio e delle risorse necessarie, arriva a presentare le previsioni di accesso alle tecnologie e ad anticipare gli scenari dei prossimi decenni.

  • Defining and measuring energy-access and energy poverty

    In questa lezione, Shonali Pachauri affronta i concetti di povertà energetica assoluta e relativa, spiega come il problema possa riguardare anche i Paesi sviluppati e chiarisce la differenza tra “access to electricity” e “access to fuels”. Evidenzia inoltre le dinamiche dell’accesso all’energia nelle diverse regioni del mondo a partire dagli anni ’90.

    La lezione è tenuta da Shonali Pachauri, IIASA, Austria.

  • The energy poverty cycle and its drivers

    In questa lezione, Arno Behrens spiega cos’è il circolo vizioso “povertà-energia-povertà” e come si possa rompere questo circolo. Shonali Pachauri evidenzia i fattori più importanti che ostacolano o favoriscono il processo di transizione verso nuovi combustibili per cucinare, riscaldarsi e avere accesso all’elettricità.

    La lezione è tenuta da Arno Behrens, CEPS, Belgio e Shonali Pachauri, IIASA, Austria.

  • Financing energy access

    In questa lezione, Arno Behrens mostra i finanziamenti attuali e futuri destinati a progetti di accesso all’energia. Marjan Stojiljkovic spiega il ruolo della cooperazione finanziaria per supportare l’accesso all’energia.

    La lezione è tenuta da Arno Behrens, CEPS, Belgio e Marjan Stojiljkovic, Frankfurt School of Finance & Management, Germania.

  • Mapping global energy needs and emissions

    In questa lezione, Massimo Tavoni presenta quale sarà, presumibilmente, il livello di accesso all’energia al 2030. Inoltre, mostra che rimuovere la povertà energetica non aumenterà in modo significativo le emissioni di carbonio negli anni a venire.

    La lezione è tenuta da Massimo Tavoni, FEEM e CMCC.

    Per approfondire: “Energy Poverty Alleviation and Climate Change Mitigation: is There a Trade off?” di Shoibal Chakravarty (Princeton University) e Massimo Tavoni (CMCC e FEEM).

  • Energy efficiency and new technologies

    In questa lezione, Mark Howells spiega come una maggiore efficienza energetica e lo sviluppo di tecnologie energetiche pulite possano contribuire a raggiungere un accesso universale all’energia. Josuè Tanaka evidenzia il ruolo della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo nel migliorare l’efficienza energetica nei paesi in via di sviluppo.

    La lezione è tenuta da Mark Howells, KTH Royal Institute of Technology, Svezia e Josuè Tanaka, European Bank for Reconstruction and Development, UK.