COP21: dopo l’accordo di Parigi

  • Data: 14 gennaio 2016
  • Lingua: Inglese

Il Policy Seminar, tenuto presso la sede FEEM di Venezia il 14 gennaio 2016, si è concentrato sui risultati della recente COP21, conclusasi a Parigi lo scorso 12 dicembre 2015 con l’adozione dell’Accordo di Parigi. Il nuovo accordo globale sul clima è previsto entrare in vigore nel 2020 allo scadere del secondo periodo di impegni del Protocollo di Kyoto.

L’accordo è stato accolto come un punto di svolta nei negoziati sul clima, dopo il tentativo fallito alla Conferenza sul clima di Copenaghen nel 2009 e quattro anni di lavori avviati nel 2011 con il “Durban Platform for Enhanced Action”, il cui mandato era quello di coinvolgere tutti i Paesi, sia sviluppati che in via di sviluppo nell’adozione di un protocollo, un altro strumento giuridico o un risultato concordato con forza legale applicabile a tutti gli Stati parte della convenzione UNFCC. Il seminario esamina le caratteristiche principali del nuovo accordo globale sul clima, con particolare attenzione in materia di mitigazione, adattamento e L&D, finanziamenti per il clima, carbon pricing e sistemi di scambio, meccanismi di conformità e revisione.

Speaker: Elisa Calliari, Aurora D’Aprile, Marinella Davide

Presentazione: download pdf

Per approfondire:

Carraro C. (2015), L’accordo di Parigi: punti chiave e prospettive future, Il Blog del Direttore Carlo Carraro, 11 gennaio 2015
Climate Policy Observer (2015), Special COP21 coverage
Davide M., Vesco P. (2015), Assessing the INDCs: a comparison of different approaches. ICCG Reflection n.42/December 2015.

Eventi correlati